Facce da bonifica

Ieri sera ho constatato, con lo sconforto tipico che ormai mi prende per la situazione della politica italiana, che il governatore della Campania, Antonio Bassolino, ha ancora il coraggio di presentarsi in TV, di parlare, come se fosse un passante appena arrivato in un luogo che fino ad allora non aveva mai visto: la Campania stessa. Il governatore, con una … Continua a leggere

Se questa è un Ministro…

Come è già stato fatto notare da molti altri oltre che da me, che la Carfagna chieda sobrietà con un passato come il suo, suona, al minimo, ipocrita. Mi aspetto molto da lei, immagino che come pari opportunità intenda che anche le camioniste donne possano appendere bei calendari con turgidi maschioni appesi nei loro TIR. Perché di altre pari opportunità la … Continua a leggere

Notizie dal fronte (del ridicolo)

Oggi al TG1 passa la notizia che Antonio Di Pietro, ex ministro delle infrastrutture ed ex magistrato, ha querelato il presidente del Consiglio, ex P2, che aveva sostenuto in campagna elettorale, e più precisamente da Vespa, e nel silenzio totale di Vespa che non si è dovuto scusare il giorno dopo, che lo stesso Di Pietro aveva preso la laurea … Continua a leggere

Adiòs Zapat(hero)?

Più passa il tempo più mi convinco che questi cinque anni saranno lunghi e perigliosi. Saranno cinque anni in cui il progetto del PD rischierà di affogare e in cui potremmo perdere del tutto la possibilità di costruire una alternativa riformista e socialista alla destra di Berlusconi e del dopo Berlusconi. I segnali, pessimi, ci sono tutti. Uòlter insiste, in … Continua a leggere

Le sirene della sicurezza

Ieri ho riconquistato, dopo molto tempo, il coraggio di guardare un telegiornale. Nel male assoluto dell’informazione italiana ho deciso per il TG1, tanto uno vale l’altro e l’informazione è ormai del tutto omologata. La giornata politica è, naturalmente, incentrata sul giuramento del nuovo governo. Persone che non riconoscono il nostro presidente come presidente di tutti, persone che non riconoscono il … Continua a leggere

Mi sento un po’ meno peggio.

Perché abbiamo perso? Uomini disperati, ma anche donne, si aggirano sulla, orribile, scaletta del Loft romano, ripetendosi questa terribile domanda. Perché abbiamo perso? Perché Veltroni indossa brutti occhiali. No, è colpa del centro che non centra. Ma no, è D’Alema che rema contro. Siamo troppo di sinistra, siamo troppo di destra, siamo troppo zig zag, siamo troppo. Ma magari, osiamo poco, … Continua a leggere