Veniamo al punto…

1317774089.jpgTorniamo dalle vacanze è ora di ricapitolare. Per prima cosa ben trovati a tutti coloro che torneranno a leggermi dopo questa pausa estiva, le vacanze sono state “interessanti” e sono andate tutto sommato bene. Dunque ricapitoliamo o meglio facciamo il punto della situazione.

Secondo il regime in Italia va tutto spedito e il governo fa. Tutte le televisioni ormai sono allineate su questa versione dei fatti, anche le più “libere” hanno interessi a che il popolo italiano ascolti due sole voci, quella del padrone e del dialogante PD che, ahinoi, dicono le medesime cose in nome del dialogo, appunto.

Senza più opposizione né parlamentare e né di opinione pubblica, spazzata via da se stessa la sinistra radicale che non riesce più a parlare a nessuno, il governo Berlusconi versione numero quattro è un inquietante governo autoritario. Nessuno lo può più controllare. Non lo controlla il Parlamento, dove la legge del padrone è ferrea e ormai l’art. 67 della nostra amata ma svuotata costituzione non se lo ricorda più nessuno: Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato. Questo perché con una legge elettorale abbiamo trasformato la Repubblica democratica a base Parlamentare in una Repubblica semipresidenziale prima e adesso in una Repubblica oligarchica.

Manca anche il controllo dei partiti che designano gli eletti in Parlamento creando di fatto una oligarchia. L’oligarchia non è un governo senza elezioni, è un governo di pochi. Pensiamoci un attimo: quanti sono quelli che decidono chi bisogna eleggere? 20, 30 persone? E quanti sono gli eletti? 1000? Se questi venti o trenta sono gli unici a decidere tutto dei nostri rappresentanti non è forse questo un governo di pochi? Un governo oligarchico?

E dunque la nostra Repubblica non è più Parlamentare, anche se la Costituzione recita il contrario, e non è più democratica ma oligarchica. Non sto esagerando i fatti sono questi. Se qualcuno crede di essere in democrazia solo perché può votare si sbaglia e di grosso, la democrazia esiste quando sono in molti a decidere e il popolo elegge i suoi rappresentanti, in Italia questo non è più e forse non lo sarà più per molto tempo. E’ inutile che non vogliate Fassino o D’Alema, Fini o Casini, loro rimarranno dove sono perché nessuno li elegge sono loro a decidere chi eleggere e loro son lì. Persino dopo sconfitte paurose sono sempre al loro posto perché il Popolo non conta più niente.

E dunque spazzati via tutti i controlli politici e democratici rimane la magistratura e la stampa. La magistratura è, da luglio, limitata, non può più operare il controllo di legalità sull’operato di chi governa lo Stato. Il Presidente del Consiglio può rubare, imbrogliare, mentire, persino uccidere senza che la magistratura possa fare alcunché.

La stampa è in mano al presidente del consiglio ai suoi amici o a chi gli deve qualcosa e quindi quel controllo ce lo siamo giocati da un bel po’.

Dunque ci rimane la possibilità una volta ogni 5 anni di sceglierci il sindaco, il presidente di provincia e regione e mettere una x riguardo l’elezione del prossimo Re e dei prossimi oligarchi decisi da altri oligarchi.

Quindi Alitalia è salva, Napoli è pulita, i ROM sono tutti in carcere e le strade sono sicure. Potete tenere le porte aperte, va tutto bene. Sogni d’oro.

Veniamo al punto…ultima modifica: 2008-08-27T18:52:30+00:00da thenib
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Veniamo al punto…

  1. E’ proprio così..regime! Beh anche durante il ventennio i treni arrivavano puntuali…la gente si fa confondere o vuole farsi confondere…ma il vuoto che c’è a sinistra e l’amore per le oligarchie che regna nel Pd aiutano maitre Berlusconi…Sogni d’oro? Camomilla….o forse oppio?smodest

  2. sono in piena sitonia con questo post…
    adesso va tutto bene, secondo la gente la crisi dei rifiuti è finita, alitalia è stata salvata, i militari hanno tolto la criminalità dalla strada…
    quando invece a napoli e solo a napoli è stata tolta la spazzatura e portata in discariche di emergenza, alitalia è stata messa sulle spalle di noi cittadini e ad arrichirsi saranno i soliti, e in due giorni c sono stati 3 stupri di cui due ad opera di ragazzi italiani questo perchè la criminalità è solo straniera..
    ciao

Lascia un commento