Veniamo al punto…

Torniamo dalle vacanze è ora di ricapitolare. Per prima cosa ben trovati a tutti coloro che torneranno a leggermi dopo questa pausa estiva, le vacanze sono state “interessanti” e sono andate tutto sommato bene. Dunque ricapitoliamo o meglio facciamo il punto della situazione. Secondo il regime in Italia va tutto spedito e il governo fa. Tutte le televisioni ormai sono … Continua a leggere

Promemoria per Agosto 2011

Oggi non ho voluto ancora vedere  un TG, e non per una protesta contro l’informazione italiana ma perché, periodicamente, ho bisogno di spurgarmi almeno mezza giornata dal caos in cui stiamo precipitando, neanche troppo allegramente. La mia compagna di vita e di ogni altra cosa non sarà tanto d’accordo leggendomi. Alle 13.30, mentre sbocconcellavo delle ottime penne al tonno e … Continua a leggere

Quando mi sento garantito (oooohhh)

Oggi ha parlato il garante della Privacy. Movimenti di stupore in tutto il mondo. Il garante della privacy mi ha detto che ho poca privacy perché in Italia l’intercettazione è troppo facile ed è a livelli maggiori dell’Europa. Mi sono stupito del fatto che manco il garante della privacy abbia saputo dire quello che chiunque abbia un minimo di informazione … Continua a leggere

Il parcheggio (parabola moralista)

Finalmente sono tornato. C’è voluto un po’ di tempo ma sono tornato. Lo sconforto era grande, per me, è ho avuto non poche difficoltà a tornare a scrivere perché mi sembrava troppo grande ormai il divario fra ciò che mi accade intorno e ciò che si può concretamente fare per invertire la rotta. Sono stato tentato dall’arrendermi davanti alle forze … Continua a leggere

Notizie dal fronte (del ridicolo)

Oggi al TG1 passa la notizia che Antonio Di Pietro, ex ministro delle infrastrutture ed ex magistrato, ha querelato il presidente del Consiglio, ex P2, che aveva sostenuto in campagna elettorale, e più precisamente da Vespa, e nel silenzio totale di Vespa che non si è dovuto scusare il giorno dopo, che lo stesso Di Pietro aveva preso la laurea … Continua a leggere

Adiòs Zapat(hero)?

Più passa il tempo più mi convinco che questi cinque anni saranno lunghi e perigliosi. Saranno cinque anni in cui il progetto del PD rischierà di affogare e in cui potremmo perdere del tutto la possibilità di costruire una alternativa riformista e socialista alla destra di Berlusconi e del dopo Berlusconi. I segnali, pessimi, ci sono tutti. Uòlter insiste, in … Continua a leggere

Le sirene della sicurezza

Ieri ho riconquistato, dopo molto tempo, il coraggio di guardare un telegiornale. Nel male assoluto dell’informazione italiana ho deciso per il TG1, tanto uno vale l’altro e l’informazione è ormai del tutto omologata. La giornata politica è, naturalmente, incentrata sul giuramento del nuovo governo. Persone che non riconoscono il nostro presidente come presidente di tutti, persone che non riconoscono il … Continua a leggere

Verde vomito e rosso fuoco (ma niente bianco, per carità)

Edizione straordinaria, edizione straordinaria, il PD ha perso e non di una incollatura. Che dire, indubbiamente non me l’aspettavo in queste dimensioni, in realtà ho creduto molto in una possibile vittoria dell’ultimo momento, ho sbagliato, il linciaggio sarà d’obbligo. Sono contento, comunque, di aver sbagliato la previsione sul pareggio, non avrei sopportato nè un governo di “larghe intese” nè di … Continua a leggere

Talmente vecchio che lo prevedo!

E’ successo! Prima o poi doveva succedere, a forza di ripetere le stesse cose per 15 anni, a forza di fare sempre le stesse promesse, a forza di ascoltarlo e riascoltarlo, ho imparato a prevederlo! Se ci pensate è facilissimo. Ieri, intorno a mezzogiorno, nel post precedente ho previsto che la promessa elettorale con il botto di Berlusconi sarebbe stata … Continua a leggere

Il vecchio e il nuovo

Oggi è l’ultimo giorno di campagna elettorale. Il giorno dei grandi appelli finali, delle sorprese con il botto, delle promesse più o meno insensate. Quella che annuncia Berlusconi per stasera sarà sicuramente di questo tenore, una cosa del tipo: abolirò il bollo sull’auto, oppure farò scendere la benzina sotto l’euro, qualcosa di molto simile. Non so perché credo che la … Continua a leggere