E’ un paese di vecchi…

Credo sia utile per tutti quelli che sono sotto i quaranta anni sapere che l’Italia è un paese gerontocratico senza speranza di uscirne. L’unica sarebbe mettersi d’accordo fra tutti quelli di una certa età e costruire due partiti nuovi: il partito democratico moderno, e il popolo delle libertà futuro. Ma anche in quel caso non ce la faremmo perché la … Continua a leggere

La bizona sfonda al centro…

Credo che sia dal 1946 che la sinistra italiana abbia un sogno nascosto e impossibile: sfondare al centro. Come novelli Siffredi i dirigenti della sinistra sono ormai sessant’anni che si preoccupano di sfondare al centro nonostante il fatto che le migliori elezioni per loro siano state quando hanno fatto alternativa politica seria e si sono interessati di altro. I massimi … Continua a leggere

Il cielo è sempre più blu (o azzurro)

L’indagine IPR pubblicata su Repubblica di stamattina è una Caporetto, per il PD, un bollettino di guerra che non fa prigionieri e lascia solo macerie. Per un dirigente del Partito, anche a livello locale, leggere quei numeri non è solo sconfortante è un forte viatico per abbandonare tutto al proprio destino. Nonostante tutto, nonostante il fatto che l’Italia vada evidentemente … Continua a leggere

Il parcheggio (parabola moralista)

Finalmente sono tornato. C’è voluto un po’ di tempo ma sono tornato. Lo sconforto era grande, per me, è ho avuto non poche difficoltà a tornare a scrivere perché mi sembrava troppo grande ormai il divario fra ciò che mi accade intorno e ciò che si può concretamente fare per invertire la rotta. Sono stato tentato dall’arrendermi davanti alle forze … Continua a leggere

Facce da bonifica

Ieri sera ho constatato, con lo sconforto tipico che ormai mi prende per la situazione della politica italiana, che il governatore della Campania, Antonio Bassolino, ha ancora il coraggio di presentarsi in TV, di parlare, come se fosse un passante appena arrivato in un luogo che fino ad allora non aveva mai visto: la Campania stessa. Il governatore, con una … Continua a leggere

Notizie dal fronte (del ridicolo)

Oggi al TG1 passa la notizia che Antonio Di Pietro, ex ministro delle infrastrutture ed ex magistrato, ha querelato il presidente del Consiglio, ex P2, che aveva sostenuto in campagna elettorale, e più precisamente da Vespa, e nel silenzio totale di Vespa che non si è dovuto scusare il giorno dopo, che lo stesso Di Pietro aveva preso la laurea … Continua a leggere

Adiòs Zapat(hero)?

Più passa il tempo più mi convinco che questi cinque anni saranno lunghi e perigliosi. Saranno cinque anni in cui il progetto del PD rischierà di affogare e in cui potremmo perdere del tutto la possibilità di costruire una alternativa riformista e socialista alla destra di Berlusconi e del dopo Berlusconi. I segnali, pessimi, ci sono tutti. Uòlter insiste, in … Continua a leggere

Mi sento un po’ meno peggio.

Perché abbiamo perso? Uomini disperati, ma anche donne, si aggirano sulla, orribile, scaletta del Loft romano, ripetendosi questa terribile domanda. Perché abbiamo perso? Perché Veltroni indossa brutti occhiali. No, è colpa del centro che non centra. Ma no, è D’Alema che rema contro. Siamo troppo di sinistra, siamo troppo di destra, siamo troppo zig zag, siamo troppo. Ma magari, osiamo poco, … Continua a leggere