La bizona sfonda al centro…

Credo che sia dal 1946 che la sinistra italiana abbia un sogno nascosto e impossibile: sfondare al centro. Come novelli Siffredi i dirigenti della sinistra sono ormai sessant’anni che si preoccupano di sfondare al centro nonostante il fatto che le migliori elezioni per loro siano state quando hanno fatto alternativa politica seria e si sono interessati di altro. I massimi … Continua a leggere

Un altro mondo è possibile?

Insomma gira e rigira il famoso regime, il famoso pensiero unico forse esiste. Infatti se non esistesse, se ci fossero in giro idee diverse da quelle che Berlusconi e le sue TV ci hanno conficcato nella testa in 25 anni di orrenda e culturalmente abietta TV commerciale si vedrebbero in giro. Ma non si vedono. La verità vera è che … Continua a leggere

Veniamo al punto…

Torniamo dalle vacanze è ora di ricapitolare. Per prima cosa ben trovati a tutti coloro che torneranno a leggermi dopo questa pausa estiva, le vacanze sono state “interessanti” e sono andate tutto sommato bene. Dunque ricapitoliamo o meglio facciamo il punto della situazione. Secondo il regime in Italia va tutto spedito e il governo fa. Tutte le televisioni ormai sono … Continua a leggere

Il parcheggio (parabola moralista)

Finalmente sono tornato. C’è voluto un po’ di tempo ma sono tornato. Lo sconforto era grande, per me, è ho avuto non poche difficoltà a tornare a scrivere perché mi sembrava troppo grande ormai il divario fra ciò che mi accade intorno e ciò che si può concretamente fare per invertire la rotta. Sono stato tentato dall’arrendermi davanti alle forze … Continua a leggere

Adiòs Zapat(hero)?

Più passa il tempo più mi convinco che questi cinque anni saranno lunghi e perigliosi. Saranno cinque anni in cui il progetto del PD rischierà di affogare e in cui potremmo perdere del tutto la possibilità di costruire una alternativa riformista e socialista alla destra di Berlusconi e del dopo Berlusconi. I segnali, pessimi, ci sono tutti. Uòlter insiste, in … Continua a leggere

Mi sento un po’ meno peggio.

Perché abbiamo perso? Uomini disperati, ma anche donne, si aggirano sulla, orribile, scaletta del Loft romano, ripetendosi questa terribile domanda. Perché abbiamo perso? Perché Veltroni indossa brutti occhiali. No, è colpa del centro che non centra. Ma no, è D’Alema che rema contro. Siamo troppo di sinistra, siamo troppo di destra, siamo troppo zig zag, siamo troppo. Ma magari, osiamo poco, … Continua a leggere

Verde vomito e rosso fuoco (ma niente bianco, per carità)

Edizione straordinaria, edizione straordinaria, il PD ha perso e non di una incollatura. Che dire, indubbiamente non me l’aspettavo in queste dimensioni, in realtà ho creduto molto in una possibile vittoria dell’ultimo momento, ho sbagliato, il linciaggio sarà d’obbligo. Sono contento, comunque, di aver sbagliato la previsione sul pareggio, non avrei sopportato nè un governo di “larghe intese” nè di … Continua a leggere

Il vecchio e il nuovo

Oggi è l’ultimo giorno di campagna elettorale. Il giorno dei grandi appelli finali, delle sorprese con il botto, delle promesse più o meno insensate. Quella che annuncia Berlusconi per stasera sarà sicuramente di questo tenore, una cosa del tipo: abolirò il bollo sull’auto, oppure farò scendere la benzina sotto l’euro, qualcosa di molto simile. Non so perché credo che la … Continua a leggere

Senatus Populusque Romanus /3

Torno con un breve commento agli avvenimenti di questi giorni, e mi scuso con i frequentatori del blog per non aver scritto molto in questa settimana, ma siamo a pochissimi giorni dalle elezioni e, come capirete, sono impegnatissimo in quella direzione. Ritorno sul luogo del delitto, per così dire, ovvero sul nostro futuro Senato della Repubblica. Il risultato è ancora … Continua a leggere